Fausto, un brasiliano a Barcellona

Dici Brasile e dici calcio. Dici Pelé, dici Ronaldo, dici Neymar. Questi tre, insieme a innumerevoli altri campioni verdeoro hanno una cosa in comune oltre alla classe sopraffina: il colore della pelle. Continua a leggere “Fausto, un brasiliano a Barcellona”

Andrade: Il primo dei primi

Nella linea mediana, questo omaccione dal corpo di gomma spazzava il pallone senza toccare l’avversario e quando si lanciava all’attacco, chinando il corpo, seminava un mare di giocatori. In una delle partite attraversò mezzo campo con il pallone addormentato sulla testa. Il pubblico lo acclamava, la stampa francese lo chiamava “la meraviglia nera.” – Eduardo Galeano

Per tradizione antropologica siamo infatuati dai primi. Il primo in classifica, il primo ad aver fatto quella cosa, il primo ad aver espresso un concetto. Primi, primi e sempre primi. A questa particolare e ovvia inflessione dell’essere umano se ne unisce paradossalmente una seconda: la scarsa memoria storica. Come puoi apprezzare i primi se non ti ricordi cosa è successo oltre dieci anni fa?

Continua a leggere “Andrade: Il primo dei primi”